Bozza automatica 55

Sabato 23 aprile la sala convegni di Arpa Umbria a Terni ha ospitato il primo congresso nazionale dedicato al padel e in particolare alle patologie che coinvolgono spalla, gomito, mano e polso, rachide, ginocchio, caviglia e non solo. Un evento atteso dai professionisti del settore, ma anche dai tanti atleti, istruttori e allenatori che ruotano intorno a questo sport.

La manifestazione, promossa dal dottor Fabio Lamperini (specialista in ortopedia e traumatologia all’ospedale di Terni), è stata la prima di questo genere in Italia, specificatamente rivolta a una pluralità di figure interessate ad aggiornarsi e conoscere nel dettaglio i meccanismi complessi che il corpo adotta durante la pratica di questo sport.

Bozza automatica 54

Uno sport “beginner friendly”

Si stima che il padel abbia raccolto solo negli ultimi cinque anni 500 mila giocatori assidui in Italia con un trend in continua crescita. Solo nell’ultimo trimestre del 2021 sono state giocate oltre un milione di partite. Uno sport ‘beginner friendly’ adatto anche a chi non ha mai messo piede su un campo sportivo poiché relativamente facile da giocare e organizzare, piacevole e aggregante. Questo permette a molti sportivi di tutte le età di praticarlo senza però la dovuta preparazione e controllo della gestualità specifica, aumentando così il numero degli infortuni muscolari e articolari.