In questo articolo si parla di:
Spector Padel House: inaugurato un nuovo centro a Venezia

Mercoledì 9 novembre è stata inaugurata il centro sportivo di Spector Padel House a Venezia. È situato a Mestre, a pochi passi dalla stazione e dal campus scientifico Cà Foscari, e può contare su cinque campi indoor.

È il decimo impianto aperto sotto il brand SPH, dopo quelli già presenti a Milano (tre), Firenze, Livorno, Fano, Napoli, Pescara e Varese.

La nuova House è il risultato di un più ampio progetto di riqualificazione urbana e sociale. Il centro è nato su un’area di 1800 mq (per circa 10 metri di altezza) che fino a sei mesi fa era occupata da un capannone industriale in disuso.

Lo staff sarà composto da nove persone. All’interno del club, sarà possibile svolgere attività rivolte agli atleti ma soprattutto alle persone che vogliono avvicinarsi al gioco. Gustavo Spector, ex ct della nazionale italiana e fondatore di SPH, organizzerà i consueti focus tattici e gli open day per consentire ai curiosi e agli appassionati di provare i campi e le lezioni secondo il “metodo Spector”.

“Siamo molto orgogliosi di poter finalmente aprire a Venezia, città ricca dal punto di vista sportivo come dimostrano le esperienze di eccellenza del basket, del calcio e di altre discipline sportive”, ha commentato Spector, presidente di SPH. “La nuova Spector Padel House Venezia si coniuga perfettamente con l’alto livello della città, considerando lo sport come strumento di socializzazione e benessere individuale e collettivo non solo legato all’aspetto agonistico”.

“Con questa riqualificazione urbana e sociale desideriamo infatti portare il padel come aggregatore e veicolo sportivo tra atleti e amatori, sfruttando l’estrema inclusività di questo sport e l’eccellenza dei nostri coach in campo e team SPH nel club”.

Spector Padel House: inaugurato un nuovo centro a Venezia 1

Al centro, Gustavo Spector

“L’apertura della Spector Padel House di Venezia è un bel segnale per la nostra città e dimostra la capacità di Venezia e Mestre di poter essere attrattive per nuove imprese e progetti e generare così nuovi posti di lavoro”, ha dichiarato Marco Sportillo, club director di SPH Venezia.

“Questa operazione rappresenta non solo un valore per gli sportivi, padelisti e non della nostra città, ma per l’intera comunità. La scelta della location nella quale ci siamo insediati incarna un vero e proprio elemento di rigenerazione urbana e sociale”, ha proseguito Sportillo.

“La nostra vision è creare una community che come punto di partenza abbia il padel, ma con il desiderio di essere un contenitore per le realtà cittadine, imprenditoriali ed associative con le quali abbiamo voglia di collaborare dando il nostro piccolo contributo allo sviluppo di quest’area e più in generale alla città che ci ha accolti”.

Sabato 12 novembre è previsto un torneo inaugurale, al quale si potrà partecipare iscrivendosi tramite l’app Playtomic, partner di SPH, o chiamando il numero della segreteria del centro.