In questo articolo si parla di:
Bullpadel lancia una linea dedicata a Gemma Triay

Il Premier Padel sarebbe vicino al raggiungimento di un accordo con le giocatrici per il loro inserimento nel circuito internazionale. A riportare la notizia è il giornalista Alberto Bote su Twitter.

L’ufficialità potrebbe arrivare prima del debutto della stagione 2023 del tour, prevista a Doha il prossimo 26 febbraio. Non è chiaro, tuttavia, se ci sono margini di manovra per permettere alle donne di scendere in campo già in Qatar.

Secondo Bote, il World Padel Tour – che è in trattativa con FIP e Qatar Sports Investments per future collaborazioni – avrebbe acconsentito senza obiezioni al dialogo tra le giocatrici e il Premier Padel. Si tratterebbe di un ulteriore segno della distensione dei rapporti tra le parti iniziata già da qualche settimana, e che porterà inevitabilmente le due organizzazioni a creare una sinergia per promuovere lo sport a livello globale.

L’ingresso delle donne nel Premier Padel era un obiettivo della dirigenza FIP fin dallo scorso anno, come dichiarato dal presidente Luigi Carraro anche nella sua intervista per Padelbiz realizzata durante il torneo di Milano. “Le donne non hanno mai detto che non vogliono partecipare al Premier Padel”, ha detto Carraro in riferimento al 2022. “Ma, anzi, sono consapevoli che questo circuito è il futuro. Hanno avuto però un approccio prudente, che onestamente non ho condiviso ma che ho rispettato”. Potrete leggere le sue dichiarazioni complete sul prossimo numero della nostra rivista.

In foto: Gemma Triay, vice presidente della IPPA (associazione delle giocatrici femminili)