In questo articolo si parla di:
Alejandra Salazar conferma la presenza delle giocatrici nel Premier Padel 2023

Durante la trasmissione radiofonica “Esto es Padel”, Alejandra Salazar ha confermato che anche le giocatrici faranno parte del Premier Padel nella stagione 2023.

La spagnola, numero 1 al mondo e presidente dell’IPPA (International Padel Players Association), ha dichiarato che “sarebbe grandioso essere presenti in Qatar, al Roland Garros o al Foro Italico”, nonostante manchi ancora l’ufficialità di una notizia già nell’aria da diverse settimane. “Tutto sembra portare a una nostra partecipazione nel Premier”, ha aggiunto Salazar.

“Abbiamo anche l’approvazione da parte del World Padel Tour”, ha aggiunto Salazar. La presenza femminile al Major di Doha, in programma a partire dal 26 febbraio, resta però quantomeno in forte dubbio visti le tempistiche molto strette. “Giocare in Qatar dipende dal Premier ora. Vedremo se ci sarà tempo a sufficienza per organizzare anche il torneo femminile”.

“Stiamo ancora attendendo una conferma”, ha continuato l’iberica. “Non conosco le deadline ed è una situazione un po’ disagevole non sapere se dovremo prendere un aereo o meno. Prima lo sappiamo e meglio sarà per tutti. Avere il via libera da parte del WPT rende tutto molto più tranquillo”.

Le parole di Salazar confermano quello che di fatto appariva scontato da tempo. Il Premier Padel, del resto, aveva mostrato la propria intenzione di includere le giocatrici nel proprio progetto già lo scorso anno, ma lo stesso Luigi Carraro (presidente FIP) ha dichiarato in un’intervista realizzata con lui che avevano preferito temporeggiare e restare momentaneamente in disparte.

I motivi del rifiuto iniziale da parte delle giocatrici erano da ricercare anche nelle eventuali ripercussioni contrattuali con il World Padel Tour, che con i colleghi uomini aveva in effetti portato avanti delle cause legali per la loro partecipazione al Premier Padel.

Con il successo del Premier nel 2022 e la distensione dei rapporti tra i due circuiti, da cui è scaturito l’inizio di un dialogo volto a costruire delle collaborazioni future, queste barriere sono inevitabilmente cadute. E anche per le donne ora può cominciare a tutti gli effetti una nuova era.

Credits: World Padel Tour