In questo articolo si parla di:
alejandro galan ppa

Per la prima volta da quando il World Padel Tour e il Premier Padel hanno annunciato di aver iniziato un dialogo, Alejandro Galan – presidente dell’associazione dei giocatori – ha parlato in un’intervista dei rapporti tra i due circuiti e di come la situazione potrebbe evolversi nel prossimo futuro.

“È qualcosa di veramente positivo, che ci riempie di ottimismo”, ha dichiarato l’iberico a Marca“Abbiamo avvertito un calo di tensione nei tornei del World Padel Tour e ora c’è un’atmosfera migliore e molto più rilassata, vista l’incertezza che c’era prima. Avvertiamo un maggiore ottimismo tra i giocatori che vogliono giocare e godersi lo sport”.

Al momento la PPA (e dunque i giocatori) non è stata coinvolta direttamente nelle contrattazioni tra il WPT e i proprietari del Premier Padel (Qatar Sports Investments), ma Galan auspica che presto anche gli atleti saranno interpellati. “Non ho alcun dubbio su questo. Al momento restiamo in attesa perché ci sono delle questioni commerciali da negoziare, ma sempre tenendo presente che le premesse iniziali non cambieranno. Vedremo cosa succederà, ma siamo ottimisti”.

“Avevo fiducia nel lavoro che stavamo portando avanti”, ha aggiunto Galan parlando del ruolo della PPA in questi mesi, che si è schierata fin da subito con il Premier Padel e che nel corso dei mesi aveva assunto posizioni piuttosto dure nei confronti del World Padel Tour.

“Ora spero che i due circuiti si stiano capendo. Come ho detto, è stato un sollievo, nonostante noi siamo rimasti sempre molto calmi in merito. Anche quando sono state avviate le cause legali, eravamo fiduciosi di aver fatto le cose giuste”.

La conferma di Luigi Carraro sul Premier Padel femminile

Dal presidente della FIP, Luigi Carraro, sono arrivate intanto ulteriori conferme sulla presenza delle donne nella prossima tappa del Premier Padel, in programma a Roma dal 10 al 16 luglio.

Dopo le parole di Alejandra Salazar, che in via ufficiosa aveva annunciato la notizia prima del Qatar Major, ora anche il numero uno federale si sbilancia in maniera piuttosto definitiva. “Gli uomini hanno inizialmente più coraggio”, ha dichiarato Carraro in un’intervista.

“Le donne si sono rese conto di aver ‘perso’ un anno di tornei e prize money importanti. Il passato è passato. Ora pensiamo al presente e sì, mi sento di dirvi che a Roma le donne ci saranno. Mancano gli ultimi dettagli. Le premesse ci sono tutte e penso che la prossima settimana potremo dare un annuncio definitivo”.