In questo articolo si parla di:
WPT: clamoroso errore dell'arbitro durante la finale del Chile Open

Arturo Coello e Agustin Tapia hanno vinto il loro terzo titolo consecutivo sul World Padel Tour 2023, battendo Juan Lebron e Alejandro Galan nella finale del Chile Open con il punteggio di 6-4 6-7 7-5.

Oltre all’ennesima dimostrazione del potenziale della nuova coppia, che si candidano a scalzare i due iberici dalla vetta del ranking, la partita è stata caratterizzata da un episodio molto controverso, che avrà degli strascichi anche nelle settimane a venire.

Sul punteggio di 6-4 5-3 per Coello/Tapia, sul 30-30 Coello ha giocato uno schiaffo al volo al limite del vetro, ma che i giocatori in campo hanno da subito giudicato dentro, tant’è che da parte di Lebron e Galan non c’è stata alcuna recriminazione.

L’arbitro, tuttavia, ha annunciato un punteggio di 30-40 per Lebron e Galan, invece del 40-30 per Coello/Tapia che avrebbe portato i due ad avere due match point per il titolo. Il rumore del pubblico ha coperto la voce del direttore di gara, che quindi non è stato sentito da nessuno dei protagonisti in campo, eccezion fatta per Alejandro Galan.

Quando sul punto successivo Coello ha chiuso con uno smash vincente, il 20enne ha esultato con il compagno perché legittimamente convinto di aver archiviato la pratica. Lo stesso Lebron si era avvicinato alla rete per congratularsi con gli avversari, ma Galan al contrario ha sottolineato come il punteggio chiamato dall’arbitro in precedenza fosse 30-40, e che dunque si sarebbe dovuto giocare il punto de oro, pur essendo consapevole dell’errore dell’arbitro e del fatto che la manata di Coello fosse dentro al campo.

Galan ha fatto presente al giudice quanto accaduto, e il punteggio è diventato effettivamente di 40-40 nonostante le proteste di Coello e Tapia. Lo stesso Lebron non ha battuto ciglio e si è limitato ad attendere che il suo compagno e i rivali concludessero le due discussioni con il direttore di gara.

I numeri uno al mondo hanno poi vinto il successivo punto de oro e hanno vinto il secondo set al tie-break. Coello e Tapia hanno poi saputo riprendersi psicologicamente nel terzo set per poi vincere 7-5, confermando di essere quantomeno la coppia più in forma del momento.

Nel frattempo, tuttavia, Alejandro Galan e Juan Lebron hanno ricevuto diverse critiche sul loro comportamento in campo. Nello specifico, il pubblico sui social ha messo nel mirino soprattutto Galan, che ha deliberatamente sfruttato l’errore dell’arbitro per girare la situazione a proprio favore in modo piuttosto antisportivo. Molti hanno sottolineato, inoltre, come una condotta del genere non sia in linea con la sua posizione di presidente dell’associazione dei giocatori (la PPA), invocandone anche le dimissioni dal ruolo. L’impressione, in ogni caso, è che le polemiche siano appena iniziate, e si estenderanno anche all’effettiva qualità della classe arbitrale.

Le scuse di Galan

Alejandro Galan non ha commentato nell’immediato post partita quanto accaduto. L’iberico ha lasciato a un tweet arrivato lunedì la prima reazione dopo le tante critiche ricevute, scusandosi a nome di tutta la squadra per l’episodio della finale.