In questo articolo si parla di:
Il Premio Nazionale Pietro Calabrese al presidente FIP Luigi Carraro

Luigi Carraro, presidente della Federazione internazionale padel, ha ricevuto il Premio Nazionale Pietro Calabrese, giunto alla dodicesima edizione, a Soriano nel Cimino (Viterbo).

Il premio intitolato al giornalista scomparso nel 2010, che nel corso della sua carriera è stato direttore della Gazzetta dello Sport, del Messaggero e di Panorama, è nato come riconoscimento per dirigenti e tecnici delle società di calcio, ex calciatori, giornalisti e personalità legate al mondo dello sport.

“Abbiamo fatto tanta strada, siamo una squadra di appassionati, questo premio è uno stimolo a fare sempre meglio”, ha commentato Carraro.

“Voglio ricordare Pietro Calabrese, che oltre a essere un grande giornalista, aveva una caratteristica: credere nei giovani”, ha continuato il numero uno della FIP.

“Stimolava i giovani talenti, lo ha fatto con me, creò una squadra di giovani che oggi sono l’elite del giornalismo italiano. E aveva un sorriso meraviglioso, contagioso come il padel, che piace a tutti, è facile e divertente”.

“Tra dieci giorni saremo per la prima volta e con grande orgoglio parte dei Giochi olimpici europei e a luglio organizzeremo al Foro Italico la seconda edizione del BNL Italy Major Premier Padel, un’edizione più ricca e un torneo per la prima volta combined, con uomini e donne”.

Oltre a Carraro, ecco i nomi di chi ha ricevuto il premio Calabrese quest’anno:

Enrico Vanzina: sceneggiatore, produttore e regista
Serena Autieri, attrice e cantante
Cristiano Giuntoli, direttore sportivo del Napoli
Angelo Mellone, direttore intrattenimento day time della Rai
Andrea Purgatori, giornalista di inchiesta e sceneggiatore
Giampaolo Sodano, giornalista, direttore periodico culturale on line “Il Mondo Nuovo”
Edoardo Albinati, scrittore premio Strega
Alessia Zecchini, pluriprimatista mondiale di immersione in apnea
Elena Pantaleo, campionessa mondiale ed europea di kickboxing
Luca Baraldi, consigliere nazionale del Coni e Ceo della Virtus Pallacanestro Bologna
i giornalisti Luca Valdiserri, Gaia Tortora, Alessandro Antinelli, Gabriella Simoni
Inoltre un premio alla memoria per Giampiero Galeazzi è stato consegnato alla figlia Susanna, giornalista del Tg5