In questo articolo si parla di:
smash tennis e padel

Smash Tennis & Padel, nelle sue location di Bari e Lecce, offre una visione meno ottimista
della sua specializzazione più recente: quella di un mercato saturo dove si fa ricorso al consiglio
dell’esperto solo dopo quello dell’amico occasionale

di Benedetta Bruni

Non tutte le storie felici sono uguali, neanche nel caso di un movimento così prorompente come il padel. Lo dimostra l’esperienza di un appassionato come Silvio Di Giovannantonio di Smash Tennis & Padel, store pugliese con radici a Bari e Lecce, nato dal sogno e dall’amore incondizionato nei confronti del tennis. Il padel è arrivato nel 2019, quattro anni dopo la prima apertura e giusto un anno prima della sua esplosione a livello nazionale.

Le carte in regola per il boom c’erano tutte. E così è stato, o almeno inizialmente, salvo poi andare incontro a uno spostamento di interesse da parte della clientela. Questa storia è solo una di tante simili ma senza dubbio serve a tutti: ai padelisti, perché l’opinione dell’amico non ha sempre la stessa accuratezza dell’esperto e l’online è un’ombra che grava sulle spalle dei rivenditori fisici; alle aziende, perché il loro mezzo di comunicazione più vicino alla gente è proprio il negozio, e per questo motivo va curato, preservato e supportato.

Quando è nato il primo negozio e come si è espanso al secondo?
Il primo negozio, quello di Bari, è nato nel 2015 seguendo un mio sogno e passione. Prima lavoravo nella grande distribuzione, ma ho sempre giocato a tennis sin da quando ero bambino. La mancanza di “attori” dedicati al tennis nel panorama barese mi ha poi portato a prendere coraggio e aprire uno specializzato. Nel 2018, insieme ad altri tre amici di Lecce, abbiamo poi iniziato a gettare le basi al progetto del franchising di Smash aprendo anche la seconda sede nella loro città. Quindi il padel lo hai introdotto solo in un secondo momento. Sì, lo abbiamo introdotto nel 2019 e nel 2020 abbiamo vissuto il boom come tutti. Nella nostra zona c’era forse appena un campo, ma ho voluto investirci ugualmente perché il trend era in rapidissima crescita. Purtroppo, tra il 2020 e 2021 – per noi l’anno migliore della disciplina – abbiamo risentito il contraccolpo di un mercato che da un lato si è riempito di persone non di settore che si sono improvvisate esperte in vendita e riparazione, con tutti i malanni che ne conseguono per i giocatori; dall’altro ha ceduto a internet un’enorme fetta di acquirenti, e di conseguenza noi specializzati abbiamo faticato a ritagliarci uno spazio dedicato al consiglio e all’importanza del ricambio del materiale.

smash tennis e padel

Si può fare qualcosa per sviluppare una maggiore consapevolezza a riguardo?
Col tempo e una maggiore frequenza di gioco si creerà da sé una cultura del padel. D’altronde è uno sport recente, non è ultracentenario come il tennis. E anche il ceto sociale è molto diverso: l’entry level molto abbordabile fa sì che chiunque ci possa giocare. Da questo punto di vista si potrebbe dire che è uno sport più democratico. Ma per quanto sia una bella caratteristica, ciò comporta anche un ricambio di materiale meno frequente da parte di chi ha meno potere d’acquisto.

Quindi, per adesso, come sono divise le vendite tra tennis e padel?
Da noi va decisamente di più il tennis. Se nel 2021 la percentuale si attestava a 70-30 tra tennis e padel, oggi la quasi totalità delle vendite è rappresentata dal primo. I fatturati del padel per entrambi i negozi rappresentavano quasi il 30% dell’intero giro d’affari. L’anno scorso è calato di un 30% e quest’anno è ancora a -30% sul -30% dello scorso anno. E le uniche pale che vendiamo sono sempre scontate. È difficile addirittura che un principiante si affidi a uno specializzato per la sua prima racchetta.

Nonostante questo, trovi che il padel sia in fase di crescita in Puglia?
Tantissima gente gioca a padel, questo è indubbio. È la vendita a non essersi sviluppata. Certo, ci sono campi e centri, ma la clientela si fa “esperta” da sola e molto presto, per cui il consiglio sulla pala da utilizzare arriva più volentieri dall’amico che dallo specializzato. Spesso è necessario un lavoro di marketing offline per diffondere (a partire dai centri) le informazioni corrette sull’attrezzatura, ma questa operazione ha costi troppo alti. E soprattutto non c’è certezza dell’effettivo ritorno economico. Aiutare e formare le persone è un aspetto molto importante nel mio modo di lavorare, ma purtroppo nel padel ci risulta complicato.

Bozza automatica 977

Silvio Di Giovannantonio

La tua attività non si ferma al negozio: spazia anche per podcast, blog, addirittura libri (Smash, con prefazione di Vincenzo Santopadre, ex coach di Matteo Berrettini)… Come senti questa passione? Come ti spinge a dare sempre di più?
Come dicevo, ciò che mi spinge è migliorare dal punto di vista professionale e personale per aiutare sempre più i clienti del negozio. L’intento di Smash è quello di avvicinare in modo sicuro quante più persone possibili al mondo del tennis prima e del padel poi. In giro si vede di tutto: dagli abusivi nei circoli che si inventano riparatori a chi si fa male per colpa di chi fa prezzi di favore senza competenze tecniche. Fare un’educazione corretta dal punto di vista sportivo è per me motivo di crescita. E ogni volta che vedo qualcuno con dei dolori causati proprio da errori altrui mi viene voglia di investire ancora di più in questo lavoro, in questa passione. E poi, non ultimo, voglio crescere i miei figli nel mondo del professionismo in maniera sana e consapevole.

Smash Tennis & Padel

Indirizzo: via Marco Partipilo 40, Bari – 70124
Numero di telefono: 08.05061614
E-mail: bari@smashtennis.it
Sito: smashtennis.it
Facebook: SMASH tennis & padel – Bari
Instagram: @smashtennispadel
Numero sedi: 2
Titolare: Silvio Di Giovannantonio
Anno di nascita negozio: 2015
Discipline trattate: tennis e padel
Marchi racchette: Babolat, Dunlop, Head, ProKennex, Tecnifibre, Wilson, Yonex
Marchi calzature: ASICS, Babolat, K-Swiss, Lotto, Mizuno, Wilson, Yonex
Marchi abbigliamento: Australian, EA7, Lotto, Yonex
Marchi accessori: tutti i marchi indicati per il tennis + Tourna
Altri servizi: incordatura racchette tennis e squash