Pro Padel League: gli USA fanno sul serio?

La Pro Padel League è la grande scommessa a stelle e strisce per far crescere la disciplina nel Paese. Dieci franchigie, alcuni nomi di spessore dietro le quinte e diverse star mondiali nelle prime due tappe del 2024. Funzionerà?

di Daniele Pansardi

Quanto fanno sul serio gli americani nel padel? A giudicare dalle forze messe in campo per la Pro Padel League (PPL) e dai nomi ingaggiati dalle squadre, non si può restare certo indifferenti.

La seconda edizione del circuito professionistico statunitense è partita lo scorso 7 aprile da Miami, la città in cui il padel finora ha attecchito di più. La Magic City ha già ospitato una tappa dell’A1 Padel nel 2023 e sarà presto anche la sede del club più grande al mondo con ben 29 campi, ovvero l’Ultra Padel (struttura già esistente e che ha accolto proprio i primi tornei della PPL).

Miami, insomma, rappresenta uno speranzoso punto di partenza per una diffusione su più larga scala della disciplina in altre aree d’America, che procede per forza di cose a rilento. Un progetto non semplice, considerando la grande diffusione del pickleball che inevitabilmente toglierà spazio alle pareti di vetro, ma senz’altro intrigante e dal grande potenziale.

Ne è convinto Marcos del Pilar, co-fondatore della Pro Padel League e forse la figura più rilevante del padel in Stati Uniti degli ultimi anni, che sta investendo notevoli risorse per portare la disciplina alle masse e le star del Premier ai tornei. E per l’esordio stagionale a Miami i grandi nomi non mancavano di certo: tra gli uomini hanno presenziato Agustin Tapia, Miguel Lamperti, Coki Nieto, Jon Sanz, Sanyo Gutierrez, Pablo Lima e Tolito Aguirre, mentre tra le donne c’erano Gemma Triay, Jessica Castello, Marta Ortega, Victoria Iglesias e Claudia JensenA rappresentare l’Italia c’era Carolina Orsi con i Los Angeles Beat e il marchio Hirostar, che ha sponsorizzato proprio questi ultimi fornendo l’abbigliamento alla squadra.

La PPL si è inserita negli slot lasciati liberi dal Premier Padel nel calendario e prevede dieci squadre con nove o dieci giocatori e giocatrici per ciascuna franchigia, che come da tradizione americana hanno nomi altisonanti: dai Toronto Polar Bears ai Cancun Wolves, passando per i Flowrida Goats e i New York Atlantics fino agli Arkansas Matrix. Sono altisonanti anche alcuni dei protagonisti dietro ai club (il rapper Daddy Yankee è uno dei principali volti dei i Flowrida Goats, mentre gli ex tennisti Tommy Haas e Juan Martin Del Potro sono nella dirigenza di Miami Padel Club e San Diego Stingrays) ma soprattutto i nomi che scenderanno in campo.

“Da questo momento, non si torna più indietro”, ha detto del Pilar in una recente intervista con il sito web specializzato Padel Alto, riferendosi alla traiettoria del padel negli Stati Uniti. “Stiamo crescendo a un livello molto rapido, anche se molte persone non lo realizzano ancora: mi chiedono i numeri attuali e quanti campi ci sono ancora, ma invito tutti ad attendere alcuni mesi per vedere quali miglioramenti faremo. Ora ci stiamo concentrando essenzialmente su due aspetti. Uno è crescere in modo sostenibile, con un occhio sul lungo termine, mentre l’altro più personale è il voler aiutare il padel a diventare uno sport olimpico”.

“Con la Pro Padel League abbiamo voluto creare un nuovo ecosistema per esportare lo sport in Nordamerica, creare nuove opportunità e ispirare le persone”, ha continuato. “Siamo partiti con sette squadre il primo anno, ora sono 10 e puntiamo ad arrivare a 14-16 franchigie nella prossima stagione. Stiamo ponendo le basi per lo sviluppo degli anni a venire”.

Solo il tempo ci potrà dire se l’ottimismo e i progetti di del Pilar saranno ben ripagati. Gli Stati Uniti rappresentano senz’altro uno dei mercati più grandi al mondo, oltre che una potenziale gallina dalle uova d’oro per gli investitori. Sarà una scommessa vincente?

Il calendario 2024 della Pro Padel League

2-7 aprile – Miami
9-14 aprile – Miami
12-17 agosto – Los Angeles
19-24 agosto – Los Angeles
18-23 novembre – PPL Cup – New York
13 dicembre – PPL All Star Game

Tutte le partite della Pro Padel League saranno visibili sul canale YouTube del circuito.

Bozza automatica 1191